Sei Brevi tutorial sulla filiera dell'olio EVO.


L'ulivo dell'accoglienza.

 

L'ulivo, pianta sacra alla dea Atena è divenuto, oggi, fulgido esempio per tutti gli altri vegetali.

All'olivo, ed ai suoi frutti, nello scorrere dei secoli si sono affidati intere generazioni di contadini, contraddistinte da un perduto, ma interessato, amore per l'albero "sacro". 

Sacro ad Atena, dice la mitologia, ma ancor più sacro e ieràtico alle popolazioni contadine, che in lui hanno sempre confidato.

Guardando alla storia ci si accorge che tutti, in campagna, lo hanno amato, con amore sincero per ciò che rappresentava e per amor dei frutti fecondi che portava con se. Lo si è amato, ma anche odiato nelle annate di scarica, perché fonte di prezioso olio, usato con parsimonia nelle lucerne, nelle fabbriche e nelle mense scarsamente addobbate sul finir della giornata di lavoro. Amatissimo per le carnose olive, che in tempi di carestia aiutavano ad ottenere un seppur minima alimentazione, l'amore è continuato, e continua, anche nei riguardi del suo vecchio e nodoso legno, splendido legname d'opera per utensili, porte, infissi e pavimenti caldi e accoglienti, nonché fonte di ottima legna da ardere. Anche le foglie, argentee e verdi, sono state accolte dalla medicina popolare per le proprietà toniche e febbrifughe e quale rimedio per la riduzione della pressione arteriosa e del tasso di zuccheri nel sangue.

A tutti i suoi meriti, adesso, si aggiunge anche il dono dell'accoglienza.

Il saper accettare l'altro, non è dote usuale, ma per l'olivo è prassi comune.

Senza scomodare il mito di Ulisse e del suo letto nuziale intagliato in un tronco millenario di olivo "vivo", per farsene un'idea, basta passeggiare per le assolate campagne, dove castagni nodosi cercano riparo e ristoro, intimamente abbracciati a questo insolito tutore; anche il profumatissimo alloro, esile e stanco, fissa la propria dimora all'interno del protettivo tronco; proprio come fa il fico, rustica pianta dal dolcissimo siconio, che si accontenta di vivere in intimo contatto con lui pur di ottenerne tutela e soccorso e prosperare rigoglioso ed altero.

Sono solo esempi, questi, del forte ed intimo legame che nei millenni si è creato tra l'olivo e la natura che lo circondava, segno di un dialogo forte e temprante, che non ha mai avuto fine.

Dovremmo, noi tutti, imparare da lui, l'olivo, l'arte dell'accoglienza e del rispetto dell'altro, del presunto diverso.

L'olivo: esempio e maestro di vita, da imitare.

(c) Tutti i diritti riservati




I migliori extravergine al Mondo?

Rapporto 2018 per l'anno 2017

E' nuovamente la Spagna, con i 93 EVOO dell'anno, a primeggiare la Word Ranking mondiale dell'olio extravergine di oliva (EVOO).

La Spagna, nel suo complesso, ha vinto 1191 premi nei 26 concorsi a cui ha partecipato nel corso del 2017, guadagnando 52416.50 punti per la Classifica mondiale EVO 2017.

La miglior società di EVO (The Best EVOO Society) nel EVOOWR 2017 per la Spagna è Ingeoliva S.L. con 58 premi in 12 concorsi, ottenendo il punteggio di 2506.50 punti.

 

Il miglior EVO (The Best EVOO) nel EVOOWR 2017 per la Spagna è Rincón de la Subbética DOP Priego de Cordoba de Almazaras de la Subbética S.L. con 30 premi in 21 concorsi, ottenendo il punteggio di 1079.50 punti.

I migliori EVOO in Italia?

Rapporto 2018 per l'anno 2017

Italia ha vinto, nel corso del 2017, 1207 premi nei 25 concorsi a cui ha partecipato, guadagnando 51504.00 punti per la Classifica mondiale EVO 2017.

Ha inoltre ottenuto 73 EVOO dell´anno (sono necessari oltre 160 punti per questa distinzione).

La miglior società di EVO (The Best EVOO Society) nel EVOOWR 2017 per l´Italia e Paolo Bonomelli Boutique Olive Farm con 48 premi in 19 concorsi, ottenendo il punteggio di 2212.00 punti.

Il miglior EVO (The Best EVOO) nel EVOOWR 2017 per l´Italia è il  TreFòrt, sempre della società Paolo Bonomelli Boutique Olive Farm con 25 premi in 18 concorsi, ottenendo il punteggio di 991.00 punti.


Antonio G. Lauro

Agronomo e divulgatore dell’Azienda Regionale per lo Sviluppo dell'Agricoltura Calabrese (ARSAC), Servizio Marketing, è specialista in olivicoltura e si occupa di marketing dei prodotti agroalimentari. 

Come Panel Leader internazionale e/o giudice collabora con i maggiori concorsi internazionali sull’EVOO:

EVO IOOC - Capaccio Paestum

TerraOlivo - Jerusalem

OLIVINUS - Mendoza

JOOP - Tokyo

NYIOOC - New York

Athena IOOC - Athens

Docente nei Master e Corsi di Formazione nel settore dell’olio di oliva, è autore di numerose pubblicazioni tematiche.






Siti partner di AntonioLauro.it

Ricevi gli aggiornamenti da AntonioLauro.it

* indicates required