NEWS

Per rimanere informati


Si chiama Agri in Web ed è la PRIMA FIERA DIGITALE IN CALABRIA.
La Calabria fra tradizione e innovazione. E’ questo il senso della Prima Fiera digitale per l’agricoltura che si terrà dal 29 gennaio al 2 febbraio 2021 su www.agriinweb.it.
Un’offerta espositiva di prima grandezza: circa 150 espositori, 24 eventi, show cooking, 80 tra relatori e ospiti rappresentano i numeri ma anche la cifra di uno sforzo collettivo messo in campo dai componenti del “Comitato Lamezia” che si sono avvalsi delle riconosciute competenze di ‘LTWEB srl’ per realizzare l’importante e innovativa piattaforma digitale.
La grafica interattiva, la spiegazione dei processi produttivi, le modalità di distribuzione, il confronto tra prezzi sono per le aziende azioni fondamentali per valorizzare il proprio operato.
La proposta digitale di www.agriinweb.it si sposa virtuosamente con questi contenuti, con la possibilità di clienti e visitatori di fruirne in una condizione di massima sicurezza, in qualunque ora, da qualunque posto e comodamente dal proprio device.
Il tumultuoso sviluppo tecnologico del nostro tempo ci viene in aiuto e consente alle aziende di ridurre sensibilmente i costi e, nel contempo, di poter contare su un numero di visitatori e potenziali clienti notevolmente superiore rispetto alle esposizioni tradizionali.
La Prima Fiera digitale per l’agricoltura, dunque, rappresenta un’occasione irripetibile di “rinascita” e sviluppo di uno dei settori produttivi ed economici più importanti della nostra Regione.
Di particolare interesse anche la sessione convegnistica che, dopo l’inaugurazione prevista alle 16 del 29 gennaio, riserva già la prestigiosa presenza alle 18 dell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro che curerà il seminario: Agrifood e Nutraceutica.


Tra gli altri eventi si segnala il 31 Gennaio alle 18:00 il webinar sull’importanza dell’olio calabrese nella cucina italiana. La varietà regina: la Carolea, a cura del Presidente concorso oleario EVO IOOC Italy Dr Antonio G. Lauro e con Mariangela Costantino (SLOW FOOD Lamezia Terme) e Stefania Tomaino (Vice presidente associazione Revolution).

 

Nelle cinque giornate della Prima Fiera digitale calabrese diversi altri, inoltre, saranno gli appuntamenti che caratterizzeranno questa edizione. 

10 buoni motivi per partecipare ad un Concorso Mondiale sull’olio di oliva.

Ad oggi sono sempre di più i paesi che si affacciano sul mercato dell’olio extravergine di oliva di alta qualità. Gli ultimi dati portano a 65 il numero totale di stati ove l’olivo è oramai di casa.

E se non stupisce più di tanto apprendere come la Cina, l’India, l’America del Sud (e del Nord) sono diventati paesi produttori di olio EVO, sicuramente suonerà strano sapere che anche in paesi “poco usuali” come Brasile, Canada, Georgia, Azerbaijan e Giappone, sono anni che l’olio EVO è una realtà.

E con l’espandersi delle aree coltivate ad olivo aumentano di pari passo, nel mondo, il numero di concorsi internazionali e nazionali sull’olio EVO. Contest nati con lo scopo principale di premiare e promuovere le eccellenze olearie provenienti da ogni angolo di mondo.

Per avere una panoramica più dettagliata sui concorsi oggi attivi, basta visitare il sito dalla WREVOO (World Ranking Extra Virgin Olive Oil) per farsi un’idea sul numero, l’importanza e la provenienza di questi concorsi.

In questo speciale ranking, dal 2016, campeggia EVO IOOC Italy, concorso internazionale sull'Olio Extravergine di Oliva e sui Condimenti a base di Olio Extravergine di Oliva organizzato in Italia dal Dr Antonio G. Lauro, che ne è fondatore e presidente.

Abbiamo chiesto proprio al Dr Lauro di parlarci dei 10 principali vantaggi connessi alla partecipazione al concorso EVO IOOC Italy, da lui definito “l’Oscar internazionale dell’olio extravergine di oliva e dei condimenti a base di olio EVO”.

Sono veramente molto più di dieci le motivazioni che possono spingere un produttore a partecipare ad un concorso sull’olio ed a EVO IOOC Italy in particolare, esordisce Lauro. Tra i più importanti motivi che possono indurre ad iscriversi e provare a competere con altre centinaia prodotti i gara vorrei ricordare questi 10 che pubblicizziamo sul nostro sito web evo-iooc.com.

Perché partecipare:

  1. I prodotti in gara saranno giudicati e premiati da una delle più professionali e competenti competizioni mondiali...

(---> continua)


6^ Edizione del Concorso EVO IOOC Italy 2021.

6^ Edizione del Concorso EVO IOOC Italy - EVO International Olive Oil Contest 2021.

 

Caro produttore,

sono aperte le iscrizioni alla sesta edizione del Concorso internazionale EVO IOOC Italy - EVO International Olive Oil Contest 2021, guidato da Antonio G. Lauro (Palmi, 17/29 Maggio 2021).

 

Come partecipare all'EVO IOOC Italy

Fino al 17 Maggio 2021, sarà possibile iscrivere i vostri extravergine e condimenti al concorso EVO IOOC, previa registrazione on-line (iscriviti a evo iooc italy).

 

Le fasi dell'EVO IOOC Italy 2021

17 Maggio 2021: chiusura registrazioni

17/20 Maggio 2021: sessioni assaggio

29 Maggio 2020: cerimonia di Premiazione

 

 

 

EVO IOOC Italy - EVO International Olive Oil Contest, Concorso Oleario Internazionale sull’Olio Extravergine di Oliva e sugli oli aromatizzati, è organizzato da Antonio G. Lauro.

www.evo-iooc.com

 

Disponibile la EVO IOOC Guide Buyers Edition 2020/2021

Fresca di stampa la quarta edizione della EVO IOOC Guide 2020/2021 Buyer Edition. 

Ordina adesso la tua copia!

https://forms.gle/54ekBjmoX7sHomix6

Si sono da poco concluse le operazioni della quinta edizione del concorso EVO IOOC 2020, e la "tradizionale" guida è ora sul mercato. Si tratta della quarta edizione di un innovativo progetto editoriale realizzato dall'esperto Antonio G. Lauro per EVO IOOC.

Una guida essenziale nei contenuti e sempre più apprezzata dal mondo dei buyer, ed allo stesso tempo molto apprezzata e richiesta dai consumatori e dagli estimatori dell'olio extravergine di oliva di alta qualità in tutto il mondo. La guida, redatta in doppia lingua (inglese e italiano) per essere meglio veicolata in tutto il mondo, è divenuta anche molto popolare e richiesta sia dai consumatori e sia dagli estimatori dell’olio extravergine di oliva di alta qualità sparsi in tutto il mondo.

  


Un olio nel cuore dell'Aspromonte.

La terra è quella dei nostri vecchi, l’alberatura qui presente è antica, possente, generosa, il cuore è quello di un uomo del sud.

 

Siamo a San Procopio, ridente cittadina alle pendici pre-aspromontane, presidio permanete di un’olivicoltura eroica che da sempre i nostri padri esercitano in questo territorio. Piccolo centro, ma di grande importanza storica, il cui culto al Santo Procopio è stato importato dai monaci Basiliani già nel secolo XII° e teatro del passaggio dei monaci Brasiliani provenienti dall’oriente.

Continua a leggere...


Antonio G. Lauro presenta 12 brevi tutorial sulla filiera dell'olio EVO.

Come si assaggia un olio extravergine di oliva? Amaro e piccante, questi sconosciuti. Storia, usi e tradizioni. Conservazione dell'olio EVO, ricette e peculiarità.

Questi ed altri i temi trattati nei brevi 12 tutorial realizzati da Antonio G. Lauro.

Buova visione a tutti!


Presentata a Shanghai la EVO IOOC Guide Buyers Edition 2019/2020

In archivio la terza edizione della EVO IOOC Guide 2019/2020 Buyer Edition. 

 

Terminato il concorso EVO IOOC 2019, è tempo per la nostra “tradizionale” guida.

Questo progetto editoriale innovativo realizzato dall'esperto Antonio G. Lauro per EVO IOOC, essenziale nel suo contenuto, è sempre più apprezzato dal mondo dei buyers. Nel contempo la guida, redatta in lingua inglese per essere meglio veicolata in tutto il mondo, è divenuta anche molto popolare e richiesto sia dai consumatori e sia dagli estimatori dell’olio extravergine di oliva di alta qualità sparsi in tutto il mondo.

Continua a leggere...

 

 

L'ulivo dell'accoglienza.

 

L'ulivo, pianta sacra alla dea Atena è divenuto, oggi, fulgido esempio per tutti gli altri vegetali.

All'olivo, ed ai suoi frutti, nello scorrere dei secoli si sono affidati intere generazioni di contadini, contraddistinte da un perduto, ma interessato, amore per l'albero "sacro". 

Sacro ad Atena, dice la mitologia, ma ancor più sacro e ieràtico alle popolazioni contadine, che in lui hanno sempre confidato.

Guardando alla storia ci si accorge che tutti, in campagna, lo hanno amato, con amore sincero per ciò che rappresentava e per amor dei frutti fecondi che portava con se. Lo si è amato, ma anche odiato nelle annate di scarica, perché fonte di prezioso olio, usato con parsimonia nelle lucerne, nelle fabbriche e nelle mense scarsamente addobbate sul finir della giornata di lavoro. Amatissimo per le carnose olive, che in tempi di carestia aiutavano ad ottenere un seppur minima alimentazione, l'amore è continuato, e continua, anche nei riguardi del suo vecchio e nodoso legno, splendido legname d'opera per utensili, porte, infissi e pavimenti caldi e accoglienti, nonché fonte di ottima legna da ardere. Anche le foglie, argentee e verdi, sono state accolte dalla medicina popolare per le proprietà toniche e febbrifughe e quale rimedio per la riduzione della pressione arteriosa e del tasso di zuccheri nel sangue.

A tutti i suoi meriti, adesso, si aggiunge anche il dono dell'accoglienza.

Il saper accettare l'altro, non è dote usuale, ma per l'olivo è prassi comune.

Senza scomodare il mito di Ulisse e del suo letto nuziale intagliato in un tronco millenario di olivo "vivo", per farsene un'idea, basta passeggiare per le assolate campagne, dove castagni nodosi cercano riparo e ristoro, intimamente abbracciati a questo insolito tutore; anche il profumatissimo alloro, esile e stanco, fissa la propria dimora all'interno del protettivo tronco; proprio come fa il fico, rustica pianta dal dolcissimo siconio, che si accontenta di vivere in intimo contatto con lui pur di ottenerne tutela e soccorso e prosperare rigoglioso ed altero.

Sono solo esempi, questi, del forte ed intimo legame che nei millenni si è creato tra l'olivo e la natura che lo circondava, segno di un dialogo forte e temprante, che non ha mai avuto fine.

Dovremmo, noi tutti, imparare da lui, l'olivo, l'arte dell'accoglienza e del rispetto dell'altro, del presunto diverso.

L'olivo: esempio e maestro di vita, da imitare.

(c) Tutti i diritti riservati





Antonio G. Lauro

Agronomo e divulgatore dell’Azienda Regionale per lo Sviluppo dell'Agricoltura Calabrese (ARSAC), Servizio Marketing, è specialista in olivicoltura e si occupa di marketing dei prodotti agroalimentari. 

Presidente del concorso oleario EVO IOOC Italy, in qualità di Panel Leader internazionale ha scelto di collaborare solamente con alcuni dei maggiori concorsi internazionali sull’Olio EVO:

TerraOlivo - Jerusalem

OLIVINUS - Mendoza

JOOP - Tokyo

NYIOOC - New York

Anatolian IOOC - Turchia

oltre all'EVO IOOC Italy, nato nel 2016 da una sua intuizione.

 

Docente nei Master e Corsi di Formazione nel settore dell’olio di oliva in molte parti del mondo, è autore di numerose pubblicazioni tematiche.